DESCRIZIONE LIBRO

Codice: 63035

Titolo: MEDITATI

Autore: Juana Rosa Pita

Collana: ZETA INTERNAZIONALE

Codice ISBN: 88-456-1200-8

Pagine: 96

Prezzo: € 12 Acquista
Descrizione:
Lo que es más importante
emerge siempre en forma mínima
del fondo del silencio

Le cose più importanti
sorgono sempre in forma minima
dal fondo del silenzio.

Me aprieto a la noche
para que, de sentirme,
te suceda prever el alba.

Mi stringo alla notte
affinché, nel sentirmi,
ti accada di preveder l’alba.

Juana Rosa Pita è nata all’Avana l’8 dicembre 1939 e dal 1961 vive fuori Cuba, attualmente è residente a Boston. Poetessa, scrittrice e traduttrice, si è laureata in Lettere a Washington, dal 1976 al 1986 è stata co-direttrice della casa editrice itinerante Solar e dal 1980 al 1992 ha insegnato Lingua e Letteratura Ispanoamericana alla Tulane University di New Orleans. Ha scritto molti saggi e articoli pubblicati in Spagna, America Latina e Stati Uniti. Della sua poesia ha scritto Pablo Antonio Cuadra: “libro a libro lei è andata innalzando un misterioso dominio d’amore e profezia: un’isola incantata dove la parola restituisce tutto ciò che l’odio ha fatto cenere” (Poetas de América, La Prensa literaria, Managua 1982).
Ha pubblicato oltre una ventina di libri di poesia, tra cui: El arca de los sueños (Washington 1978), Manual de magia (Barcelona 1979), Viajes de Penélope (Miami 1980), Plaza sitiada (Costa Rica 1987), Arie etrusche (Cagliari 1987), Sorbos de luz/ Sips of Light (New Orleans 1990), Florencia nuestra (finalista del premio “Juan Boscán di Barcellona, 1992), Una estación en tren (premio “Letras de Oro”, Coral Gables 1994), Tela de concierto (Miami 1999), Cantar de isla (antologia dell’opera con alcuni testi inediti, Letras cubanas, L’Avana 2003), Pensamiento del tiempo (Miami 2005), Viajes de Penélope/ I viaggi di Penelope (Campanotto, Pasian di Prato 2007), finalista del XXI Premio Internazionale di Poesia Camaiore, e Manuscrito en sueños/ Estudio de Chopin (Charleston 2009).
Ha ricevuto i seguenti premi: Premio de Poesía para Hispanoamérica del Instituto de Cultura Hispánica (Málaga 1975), Premio Internazionale Ultimo Novecento di Pisa, sezione “Poeti nel mondo” (1985), Premio Alghero - “La cultura per la pace” (1987), Premio di Poesia “Letras de Oro” del Iberian Studies Institute (USA 1993). Altri riconoscimenti e inviti speciali le sono arrivati da: Università di Ratisbona (1981), Congreso de Escritores en Lengua Española (Caracas 1981), Convegno di Poeti e Critici (Alghero 1985 e 1987), Università di Pisa, Festival de Poesía de Las Palmas (Spagna 2001 e 2002), Festival Internacional de Poesía de San Salvador (2003) e Università degli Studi di Firenze (2007 e 2008).
La sua poesia è stata tradotta in italiano da Pietro Civitarele, Alessio Brandolini e Martha Canfield, in tedesco da Franz Niedermayer e in inglese da Donald D. Walsh, ed è presente in varie antologie di poesia contemporanea, tra cui New Directions In Prose and Poetry (New York 1985), Voces viajeras (Madrid 2002) e Poesía cubana del siglo XX (FCE: México 2003).
Ha tradotto in spagnolo poeti italiani tra cui Antonia Pozzi e Valerio Magrelli.
Non ci sono Informazioni Aggiuntive

<<<Ritorna alla pagina precedente