DESCRIZIONE LIBRO

Codice: 63064

Titolo: L'INFINITO

Autore: Peter Carravetta

Collana: ZETA INTERNAZIONALE

Codice ISBN: 88-456-1344-9

Pagine: 208

Prezzo: € 15 Acquista
Descrizione:
stare
qualche minuto in tensione
dibattendo
se gli spiriti vogliono dialogare
oppure
recitarsi in/definitivamente
nel flusso vivificante
della presenza
che dal nulla intrude

Peter Carravetta è titolare della Cattedra “Alfonse M. D’Amato” per gli Studi Italiani e Italoamericani alla Stony Brook University, nello stato di New York. Si occupa di ermeneutica, teoria critica, storia delle idee, avanguardie e postmoderno, poetica, emigrazione, studi italoamericani, studi inter-culturali, e l’Umanesimo italiano ed europeo. Attualmente sta ultimando una ricerca sulle origini dell’emigrazione e del colonialismo italiani.
Nato in Calabria, vive negli Stati Uniti dal 1963. Ha trascorso lunghi soggiorni di ricerca a Bologna, Milano e Roma. Ha conseguito il PhD alla New York University nel 1983 con una tesi sulla critica e l’ermeneutica italiane. Ha insegnato in varie università straniere (Roma/II, Parigi/8, Madrid, Nanchino), e vinto diverse borse di studio, tra le quali la Martin Luther King, Jr. Fellowship (NYU 1978), due Fulbright (1991 e 2003), e recentemente una Fellowship alla Fondazione Bogliasco, Centro Studi Ligure.
Fondatore e direttore della rivista Differentia, review of italian thought (9 fascicoli, 1986-1999), Carravetta è autore di Prefaces to the Diaphora. Rhetorics, Allegory and the Interpretation of Postmodernity (W. Lafayette, Purdue University Press, 1991), Il fantasma di Hermes. Saggio su metodo retorica interpretare (Lecce, Milella 1996), Dei parlanti. Studi e ipotesi su metodo e retorica dell’interpretare (Torino, marcovalerio, 2002), Del Postmoderno. Critica e cultura in America all’alba del duemila (Milano, Bompiani, 2009), The Elusive Hermes. Method, Discourse, and the Critique of Interpretation (Aurora (CO), Davies Group Publishing, 2012), After Identity. Perspectives in Italian American Poetics and Cultural Critique (New York, Bordighera, 2013); Sulle tracce di Hermes. Migrare, Vivere, Riorientarsi (Milano, Morellini Editore, 2012); e La funzione Proteo. Ragioni della poesia e poetiche del declino (Roma, Aracne, 2012). Ha co-curato Postmoderno e letteratura. Percorsi e visioni della critica in America (Milano, Bompiani, 1984) e Poeti italiani d’America (Treviso, Pagus, 1993).
Ha tradotto dall’italiano all’inglese l’opera avanguardistica di Martino Oberto, Anaphilosophia (Campanotto, Udine, 1993), una raccolta di saggi di Gian Carlo Pagliasso, Déjà Chimera. Writings 1987 1990, (Editions d’Afrique du Nord, Tanger, 2001), e una raccolta di poesie di Flavia Pankiewicz, Eclissi americane / American Eclipses (W, Lafayette (IN), Bordighera, 1999). Ha inoltre tradotto poesie di Flavio Ermini, Raffaele Perrotta, Paolo Valesio, Giose Rimanelli, Andrea Perucci e Marco D’Arienzo; e testi critici di Remo Bodei, Aldo Tagliaferri, Gianni Vattimo, Maurizio Torrealta, Dario Fo, Toni Negri & Eugenio Scalfari, Renato Curcio, Massimo Cacciari, Giorgio Agamben, e testi poetologici teatrali di “La Gaia Scienza” e “Il Carrozzone”. La sua traduzione dell’antologia di Gianni Vattimo e Pier Aldo Rovatti, Il pensiero debole (Milano 1983) è appena uscita in America col titolo Weak Thought (Albany, SUNY Press, 2012).
Dall’inglese all’italiano ha tradotto Small China Moon di Richard Milazzo (Piccola luna cinese, Campanotto, Udine, 2009), testi poetici di John Cage, Bern Porter, e Paul Vangelisti, poeti-soldati del Vietnam, e testi critici di Richard Prince, Richard Palmer, Richard Milazzo, e Charles Bernstein.

Carravetta ha scritto sei libri di poesia: percorso masticato (Seledizioni, Bologna 1974); existenz (Adams Press, Chicago, 1976), delle voci (Anterem, Verona 1980); dialogi v (Tam Tam, Reggio Emilia 1987); metessi (1980-1989) (Ripostes, Salerno1991); e The Sun and Other Things (Guernica, Toronto, 1998).

Nel 2013 uscirà una raccolta di poesie in inglese, dal titolo Otherwise, ispiratesi ai testi contenuti in L’infinito, presso l’editore Guernica, di Toronto. Inoltre, ha appena completato una plaquette di poesia politica dal titolo The LOTEC Chronicles.
Attualmente sta lavorando a un romanzo.
Non ci sono Informazioni Aggiuntive

<<<Ritorna alla pagina precedente