DESCRIZIONE LIBRO

Codice: 27022

Titolo: Capitan Don Calzerotte e Arlecchin senza panza

Autore: Claudia Contin Arlecchino - Ferruccio Merisi

Collana: ZETA TEATRO

Codice ISBN: 88-456-1412-5

Pagine: 272

Prezzo: € 25 Acquista
Descrizione:
La storia è ambientata ai nostri giorni, in una realtà parallela. Parla di trasgressione e di speranza con una vividezza umana profonda e dettagliata, “più vera del vero”. Una parabola tragicomica e molto attuale, che qui si offre alle interpretazioni e alle messe in scena di attori e compagnie interessati a nuove drammaturgie “popolari di ricerca”. I testi, le illustrazioni e le immagini raccolti in questo libro, documentano la prima realizzazione come una partitura a più livelli. In essa l’aspetto figurativo e quello letterario si fondono in una traccia poetica intensa e sensibile, che può essere utilizzata per evocare necessità e urgenze con sensibilità e direzioni anche molto diverse.

Il Capitano è un vecchio attore senza pensione, costretto su una sedia a rotelle. Insieme ad un Arlecchino altrettanto “non protetto” e appena più mobile di lui per raggranellare ancora qualche briciola di pane sulle piazze di periferia, si sono rifugiati a vivere in un teatro abbandonato. Tra i due non c’è solo cameratismo, ma una vera amicizia cavalleresca, con tanto di ruoli e ritualità, senza finte uguaglianze né psicologie complicate. In questo contesto il sogno del Capitano, l’ultimo, quello di mettere in scena nientemeno che il “Don Chisciotte” – uno spettacolo che in carriera “non gli hanno mai lasciato fare” – è al tempo stesso logico e teneramente folle. Ma poi, mentre la vita reale non risparmia altre durezze, la folle impresa di raccontare una mitica follia si rivela in realtà un toccasana quotidiano, capace di dare corpo a importanti resistenze umane e civili e di creare un futuro persino oltre la morte…

Claudia Contin Arlecchino, attrice, regista, artista figurativo, maestro d’arte e autore di testi e di saggi, pubblica in Italia e all’estero. Per Campanotto Editore sono usciti i testi teatrali “Gli abitanti di Arlecchinia” (due edizioni 1999 in italiano e 2006 con traduzione inglese), “Il Mondologo di Arlecchino” (2001), “Arlecchino e il suo Doppio” (scritto con Ferruccio Merisi – 2010).

Ferruccio Merisi, regista, drammaturgo, ricercatore e insegnante di arte dell’attore, oltre che direttore di rassegne e Festival (tra i quali Santarcangelo dei Teatri e L’Arlecchino Errante), dopo “Arlecchino e il suo Doppio” è qui alla seconda pubblicazione con Claudia Contin Arlecchino, con la quale gestisce a Pordenone, dal 1990, la Scuola Sperimentale dell’Attore (laboratorio di produzioni e pedagogia).
Non ci sono Informazioni Aggiuntive

<<<Ritorna alla pagina precedente