DESCRIZIONE LIBRO

Codice: 09344

Titolo: DOLOMITI - Lalla Ramazzotti Morassutti

Autore: a cura di Valentina Morassuti e Carlo Marcello Conti

Collana: RIFILI

Codice ISBN: 88-456-1423-1

Pagine: 96

Prezzo: € 20 Acquista
Descrizione:
Lalla ama la montagna, le Dolomiti le entrano nella pelle a poco a poco. arrampicare per una donna all’epoca è cosa abbastanza rara, anche se non rarissima, le piace seguire Zio Dino in parete, non è bravissima sui gradi alti, ma è agile e veloce. […] Tra gli anni ‘50 e ’60 Lalla si dedica alla grafica e alla pubblicità, è moderna e precisa, linee pulite e volti stilizzati, colori pieni e decisi, segno veloce nella città che cresce. Quelle linee e quel tratto segneranno in seguito le sue montagne, le sue pareti, rendendole uniche in quei tagli di luce e di ombre ma lei adesso ancora non lo sa.

Lalla Ramazzotti Morassutti nasce a Milano nel 1925, da padre milanese Giuseppe Ramazzotti e madre bellunese Nina Buzzati Traverso.
Studia al Liceo Artistico di Milano e alla scuola di pittura di Augusto Colombo. Durante la guerra frequenta gli ateliers dei pittori Leonardo Dudreville e Contardo Barbieri. Dopo la maturità a Brera lavora con Mario Vellani Marchi e più tardi nello studio di Felice Casorati a Torino.
Successivamente si dedica a lavori di grafica e pubblicità per parecchi anni.
Nipote di Dino Buzzati, segue lo zio sulle amate pareti delle Dolomiti. La passione per la montagna pian piano assume sempre più importanza così, dopo i ritratti e le nature morte, nel 1973 inizia inevitabilmente a dipingere montagne.
Ha esposto a Belluno, Feltre, Falcade, San Martino di Castrozza, Cortina d’Ampezzo e Milano, ottenendo un significativo successo di critica e di pubblico. Lalla dipinge le sue amate montagne fino alla fine della sua vita, avvenuta a Milano nel dicembre del 2012.
Hanno parlato di Lei : Bepi Mazzotti, Mario De Michelis, Mario Morales, Mario Perazzi, Bepi Pellegrinon, Antonella Alban, Armando Scandellari, Silana Rovis, Angelo Paoletti, Carlo Marcello Conti, Giancarlo Sammito, Fausta Slanzi.
Non ci sono Informazioni Aggiuntive

<<<Ritorna alla pagina precedente