DESCRIZIONE LIBRO

Codice: 09329

Titolo: OSSERVAZIONI E RIFLESSIONI DI UN FIGLIO DELL'UOMO

Autore: Italo Carsana

Collana: RIFILI

Codice ISBN: 88-456-1401-9

Pagine: 176

Prezzo: € 20 Acquista
Descrizione:
Esprime il tentativo di spiegare come Cristo, con la testimonianza del suo comportamento e con le sue parole, ha offerto all’uomo la possibilità di riporre fiducia in un’Intelligenza Universale, non solo attraverso la Fede, ma anche attraverso la ragione, esponendo un principio naturale che si pone alla base delle relazioni fra gli esseri viventi e che, attualmente, trova la sua validità nel principio di ragione sufficiente. Mette poi in evidenza come, col contributo dato da Kant, oggi è comprensibile affidare alla ragione la possibilità di alimentare la Fede dell’uomo nell’Assoluto attraverso tutte le facoltà dell’animo umano che, con l’aiuto delle scienze della natura, le scienze dello spirito e quelle dell’arte, conducono al giudizio teleogico e come questo, a sua volta, esprime la finalità di senso soggettiva della natura (il senso della vita), manifesta il sentimento religioso che è in ciascuno di noi e promuove la finalità dell’arte.

Italo Carsana è nato a Centrisola, un piccolo paese della provincia di Bergamo, nel 1933. Dopo aver frequentato le scuole elementari in un altro centro più grande della stessa provincia, si è trasferito con la famiglia in città, dove ha conseguito la licenza media inferiore e poi il diploma di perito chimico industriale in un istituto tecnico della periferia di Bergamo. Ha adempiuto agli obblighi di leva, prima come allievo ufficiale e poi come sottotenente di complemento. Rientrato in famiglia, ha aiutato il padre nella sua attività commerciale per poco più di un anno e nel ’58 si è trasferito a Udine, dove ha iniziato un’attività commerciale che si è conclusa verso la metà dell’ultimo decennio del secolo.
Dopo il servizio militare ha iniziato la lettura della Divina Commedia e giunto alla fine, su consiglio di un cugino sacerdote antropologo, ha rivolto la sua attenzione alla storia della Bibbia. Poi è passato ad un testo (terzo volume) di filosofia adottato alle scuole medie superiore ha continuato con qualche altra lettura, nel limite del tempo di cui poteva disporre, dovendo seguire l’attiità commerciale intrapresa e non trascurare la famiglia.
Un paio d’anni prima di cessare l’attività, ha iniziato ad assistere ad alcune lezioni di estetica all’Università di Udine dove ha avuto la fortuna di incontrare un professore che lo ha benevolmente accolto fra i suoi studenti e gli ha gentilmente offerto la sua disponibilità ad aprire un dialogo anche con lo scambio di alcune lettere. Le obiezioni e i suggerimenti ricevuti risulteranno determinati per approfondire e chiarire meglio le sue nozioni filosofiche.
Quando è andato in pensione ha iniziato a partecipare alle riunioni serali di carattere culturale che venivano organizzate da una parrocchia della città e a frequentare l’università della terza età. Negli scritti di questo periodo e degli anni successivi, il suo intento è stato sempre quello di cercare di dare maggiore chiarezza e valenza alle sue osservazioni e riflessioni, pur sapendo di risultare purtroppo ripetitivo su alcuni punti essenziali.
Non ci sono Informazioni Aggiuntive

<<<Ritorna alla pagina precedente