DESCRIZIONE LIBRO

Codice: 09366

Titolo: Envoi Gramsci - Cultura, filosofia, umanismo

Autore: a cura di Neil Novello

Collana: RIFILI

Codice ISBN: 88-456--

Pagine: 176

Prezzo: € 20 Acquista
Descrizione:
Nella costellazione della Gramsci renaissance, la rinascita a livello ormai planetario degli studi sull’opera del pensatore sardo, Envoi Gramsci. Cultura, filosofia, umanismo intende rappresentare anzitutto un luogo di incontro tra studiosi, scrittori e intellettuali, italiani e stranieri, interessati a rincamminarsi nei meandri di un’opera tra le più complesse e vigorose del Novecento.
Nella memoria di Frank Rosengarten, lo studioso americano cui Envoi Gramsci è dedicato, e a cui è affidata l’ouverture del libro, le diverse estrazioni culturali dei saggisti partecipano di un dialogo collettaneo, già ospitato da Rivista di Studi Italiani (numero monografico di dicembre 2016), su diverse questioni dell’opera gramsciana. Tra saggi dedicati all’eredità del pensiero di Gramsci (Fabio Frosini) e alla Bildung sardo-torinese (Paolo Nosella), alla guerra europea (Michele Maggi) e alle cronache teatrali (Roberto Salsano), e ancora all’esperienza ordinovista (Carlo Angelino), al Gramsci tra le Commissioni interne e i Consigli di fabbrica (Remo Mazzacurati) e infine all’Ordine Nuovo quotidiano (Stefania Calledda), la prima parte di Envoi Gramsci si snoda in un itinerario culturale riguardante il periodo precarcerario.
La seconda parte del volume presenta un’articolata indagine sui Quaderni del carcere, con contributi sul caso Carlo Bernari tra Croce, Gramsci e Togliatti (Enrico Bernard), sulla filosofia della prassi (Angela Michelis), sul topos del folclore (Neil Novello), sul tema dello Stato (Benedetto Fontana), sulla critica letteraria gramsciana (Matteo Veronesi). E in chiusura di sezione, tre contributi su americanismo e fordismo (Giuseppe Maione), sulla questione del cosmopolitismo (Francesca Izzo) e la cognizione del für ewig (Antonio Castronuovo). Envoi Gramsci conclude il cammino di analisi e interpretazione nella terza e ultima sezione, con uno spazio dedicato al Gramsci epistolografo in due contributi, il primo sulle lettere precarcerarie (Giancarlo Micheli), il secondo sulle Lettere dal carcere (Neil Novello).
L’incontro e il dialogo di Envoi Gramsci sull’opera del pensatore sardo, nell’alveo della renaissance gramsciana nel mondo, desidera costituirsi come proposta culturale sia per il lettore interessato all’apprendistato della materia gramsciana sia per il lettore di lungo corso. Il libro parla cioè al lettore neofita, desideroso di intraprendere un’avventura intellettuale nell’opera di Gramsci, e parla al maturo lettore così del Gramsci precarcerario come dell’autore dei Quaderni del carcere o delle lettere, un lettore alla ricerca di nuove prospettive o di inedite visioni.

Neil Novello (Oslo, 1969) vive a Bologna. Si occupa di poesia, narrativa e saggistica europea. Nel 2013 pubblica il cineromanzo Nostàlghia. In poesia scrive Falò de’ rosarî (2011) e Rosa meridiana (2004). In ambito saggistico, cura Tràgos. Pensiero e poesia nel tragico (2014) e scrive Jean Genet. Epopea di bassavita (2012). Nel 2008, cura Apocalisse. Modernità e fine del mondo. Nel 2007 pubblica Pier Paolo Pasolini e Il sangue del re. L’opera di Pasolini, cura un commento al Principe di Machiavelli. Nel 2007 cura anche Da Caino a Hitler. Il diavolo e Finisterrae. Scritture dal confine. Nel 2005 cura Età dell’inumano. Saggi sulla condizione umana contemporanea, nel 2004 L’aurora immortale. Le arti e il cinema e La sfida della letteratura. Scrittori e poteri nell’Italia del Novecento. Nel 2002, Eversori e martiri. Attraverso Artaud, Conrad, Genet, Nizan. È autore di un film, Mutterland (2006).
Non ci sono Informazioni Aggiuntive

<<<Ritorna alla pagina precedente